23. Soluzioni del 13 dicembre 2021 – Vedere le soluzioni

Le soluzioni del 13 dicembre 2021 a cura di Fabio Ciuffoli 

Ieri mattina abbiamo proposto tre giochi, relativi alla percezione e soluzione di problemi e di seguito presentiamo le soluzioni argomentate. In particolare, il secondo problema”Uccello o antilope?” si presta a diverse considerazioni di natura  filosofica e logica e venne utilizzato anche da Paul Sameulson,  premio Nobel per l’economia, che lo trattò nel primo capitolo del suo famoso libro Economia.  

Vedere le soluzioni – soluzioni 

1. Il campanile da decorare. Un pittore deve decorare la parete di un campanile intorno a una finestra circolare. L’area per la decorazione, ombreggiata in figura, è definita tracciando due linee verticali, della stessa altezza della finestra e tangenti al cerchio, infine chiudendo la figura con due semicerchi sopra e sotto. Se il raggio r della finestra è 1 m, qual è l’area dello spazio da decorare?

1. SOLUZIONE. La soluzione, che proponiamo, richiede una revisione mentale della figura. Se si fanno scorrere verticalmente verso l’esterno i due semicerchi della finestra, che diventano il lunotto inferiore e il lunotto superiore, si vede che l’area da dipingere è un quadrato di lato 2r. Per cui 2 * 2 = 4 m².

 

2. Uccello o antilope? Il disegno (a) rappresenta un uccello che guarda verso sinistra o un’antilope che guarda verso destra?

2. SOLUZIONE. In assenza di ogni altro elemento ognuna delle due risposte è corretta. Infatti lo stesso disegno, riportato in presenza di un campo di uccelli (b) viene percepito come un uccello, ma in presenza di un campo di antilopi (c) diviene un’antilope. Si tratta di una forma che, pur essendo riproducibile oggettivamente, assume un diverso significato in base al contesto in cui viene osservata, offrendo ottimi spunti di riflessione per la psicologia e la semiotica. 

 

3. La stanza buia. Siete bendati in una stanza buia e vi viene dato un mazzo di 40 carte nuovissime, ben mescolate e senza segni o altro che consenta di riconoscerle. Dieci carte hanno la faccia rivolta verso l’alto e le altre trenta hanno la faccia rivolta verso il basso. Siete in grado di uscire dalla stanza con 2 mazzi di carte aventi entrambi lo stesso numero di carte con la faccia rivolta verso l’alto?

3. SOLUZIONE. Prendete 10 carte qualunque dal mazzo, formando così 2 mazzi: uno da 30 carte ed un altro da 10 carte. Poi capovolgete tutte le 10 carte del primo mazzo e i due mazzi avranno lo stesso numero di carte con la faccia verso l’alto. E il gioco è fatto!
Ipotizziamo che nel mazzo da 10 carte prese a casaccio, ci siano 2 delle 10 carte con la faccia verso l’alto, ciò significa che nel secondo mazzo, di 30 carte, ne sono rimaste 8 con la faccia verso l’alto. Ecco che capovolgendo il mazzo da 10, le 2 con la faccia rivolta verso l’alto passano verso il basso e vi troverete quindi con 8 carte con la faccia verso l’alto. Avrete così 2 mazzi con 8 carte rivolte verso l’alto. Questo metodo funziona sempre, anche se nelle 10 carte estratte a casaccio fossero capitate 3 o 4 o 5 carte verso l’alto o anche nessuna o tutte.

 


L’immagine in evidenza è di Francesco del Cossa, Santa Lucia (particolare).

A lunedì prossimo. 

 

Una risposta

  1. Riporto di seguito alcuni interventi sul confronto che si è aperto sul problema n. 2 “Uccello o Antilope?”. Il tema è molto interessante, su questo argomento sono stati svolti convegni e sono stati scritti articoli, libri da parte di grandi studiosi e il dibattito è ancora aperto e stimolante.

    Luisa Abate: Se il mio sguardo punta a sinistra vedo uccello, se punta a destra antilope.

    Gian Paolo Martinelli : A – uccello. Ho cambiato idea 3 volte 

    Werner Kostner: La percezione è un fenomeno molto complesso. Alla costruzione di un oggetto partecipano moltissimi fattori. Non solo contorni e spigoli, ma anche l’orientamento, l’esperienza pregressa, il contorno (enviroment) colore, movimento, distanza percepita…

    Fred Simon : Manca un pezzo del quesito…la parte finale…altrimenti “b” e “c” a che servono…? Tuttavia dico uccello perché l’antilope si sa ha le corna, lunghe e anellate, simili a cavatappi…mentre è più facile trovare un uccello di tal becco.

    Jari Rubani: C, perché il collo a sinistra, è ripiegato di più in b, che in c, in a il collo è più vicino a c, che a b…

    Giuseppe Vitillaro: Dipende dall’emisfero che guarda

    Ivana Cara: Sarebbe interessante sapere se il vedere l’uno o l’altra per primo abbia a che fare con la struttura del proprio cervello. Suggerisco a chi risponde di indicate se si è destri o Mancini. Io per prima ho visto l’antilope e sono destrimane

    Giane Ferraris a Ivana Cara: Giusto. Sono ambidestro e vedo l’uccello. Poi vedo anche l’antilope. Interessante.

    Serpentino Carmen a Ivana Cara: Io ho visto un uccello e sono destrimane, ma vedo anche l’antilope

    Floria Orsini Roccatagliata: Vedo entrambi basta cambiare becco per corna

    Paolo Cogo: Dipende dalla posizione dell’occhio. Nell’uccello è più in alto.

    Gianni Arcuri: Ambedue dipende da come guardi la figura. Sei tu che decidi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Dimensione massima del file: 50MB Formati consentiti: jpg, gif, png Drop file here