Diamo i numeri
40.000
saranno entro il 2024, secondo l’ultima stima del sindacato dei medici dirigenti Anaao-Assomed, i medici in meno in organico nel Servizio sanitario nazionale (Ssn) rispetto ai numeri attuali.
4.000
sono i medici andati in pensione nel triennio 2019-2021. Per il triennio 2022-2024 sono stimate almeno altre 10.000 uscite dovute al pensionamento.
9.000
sono i medici che dal 2019 al 2021 hanno presentato dimissioni volontarie, abbandonando la sanità pubblica. Se il trend fosse confermato anche nel prossimo triennio, tra pensionamenti e licenziamenti, si arriverebbe a una perdita complessiva di 40.000 medici specialisti entro il 2024.
11.000
sono i nuovi posti letto che i fondi del Pnrr, il Piano nazionale di ripresa e resilienza, renderanno disponibili entro il 2026 nei nuovi ospedali di comunità e per i quali servirà nuovo personale già formato.
9.409
sono i medici “precari” formati durante la pandemia che costituiscono la prima risorsa da utilizzare per limitare il problema della carenza di personale, insieme ai circa 15.000 specializzandi che già da subito potrebbero essere impiegati per dare aiuto negli ospedali.
Previous
Next
Editoriale

di Vincenzo Mulè, Direttore Responsabile

Sulle strade

“Sono contrario al sesso prima del matrimonio. Si rischia di arrivare tardi alla cerimonia”. Qualche giorno fa, leggendo i giornali mi sono imbattuto in questa vecchia ma bellissima (e attuale) battuta di Woody Allen riproposta sui social dopo che Papa Francesco aveva raccomandato alle giovani coppie di non praticare sesso prima del matrimonio. Mi colpiva il contrasto tra l’aggressività di chi dibatteva su quanto fosse giusto o sbagliato quanto detto dal Pontefice e la potente leggerezza di una battuta che, in maniera ironica, era riuscita a smontare, scatenando un’inevitabile risata, un’indicazione sulla quale la Chiesa insiste da secoli. Non mi si tacci di blasfemia (per l’accostamento a Woody Allen, s’intende) ma non ho potuto non pensare a quello che stavamo facendo con Prisma, lavorando proprio su un numero dedicato all’umorismo nella scienza e nella matematica. Impresa ardua, a maggior ragione avendola dichiarata. Perché, come scoprirete nelle pagine interne, non c’è

Leggi tutto »
Controcopertina

Walter Leoni / Symmaceo Communications