IN EDICOLA

Numero
24

Novembre
2020

  • STORIA DI COPERTINA - Nella spirale del gioco con contributi di Silvia Lazzaris e Sara Moraca, Ennio Peres, Luca Alberini 
  • COMICS & SCIENCE - Educazione subatomica di Zerocalcare
  • LA STORIA - Il matematico che difese il vaccino di Angelo Guerraggio
  • L'APPELLO - Per aiutare la ricerca ci vuole un fisico bestiale di Elisa Buson
  • ATTUALITÀ - La sfida della coerenza di Gianpiero Ruggiero |God save the Queen.E pure la sanità pubblica di Sabrina Provenzani | Su la maschera! di Paola Ricciardi
  • SPAZIO - Houston, abbiamo un piano di Simone Cosimi
  • AMBIENTE - L’impatto distruttivo dell’uomo di Romualdo Gianoli
  • L'INTERVISTA - Cesare Baj: “La matematica per me è un divertimento”di Angelo Guerraggio
  • CONTAMINAZIONI -Dai droodles barocchi alla teoria dei giochi di Furio Honsell
Diamo i numeri
226 mila miliardi
di dollari è la ricchezza finanziaria globale stimata a fine 2019 (ovvero prima dell’impatto del Covid-19 sull’economia mondiale). È praticamente triplicata rispetto alla fine degli anni Novanta.
1 700
sono in Italia i cosiddetti Ultra High Net Worth, gli individui che detengono un patrimonio superiore ai 100 milioni di dollari di ricchezza finanziaria.
5 300
sono i miliardi di dollari di ricchezza finanziaria stimati per l’Italia (il 41,1% del patrimonio finanziario nel 2019 è detenuto dai milionari!), che in questa classifica si conferma la nona nazione al mondo.
1-3%
è il range di crescita stimato per il 2024 per il nostro Paese in funzione dei diversi scenari ipotizzati.
1,4%
è la percentuale di crescita dei livelli di ricchezza globali stimata per il 2024 nel caso che lo scenario economico prevedibile sia il peggiore possibile, il 4,5% la percentuale nello scenario migliore.
Previous
Next
Editoriale

di Vincenzo Mulè, Direttore Responsabile

Leadership

Quello che vi apprestate a leggere è un numero di Prisma che contiene molti stimoli, alcuni legati più direttamente alla matematica, altri all’attualità. Del resto, di cose in questo 2020 ne stanno succedendo parecchie. Il Covid è tornato a far paura ed è riuscito nell’unica cosa che eravamo sicuri non fosse capace di fare: sorprenderci di nuovo. C’è molta amarezza, non lo nascondiamo, in questa riflessione. Non è questa la sede per lanciarci in proposte o, peggio ancora, in accuse. Spicca, però, un elemento: la plateale fuga da ogni responsabilità politica da parte di chi ricopre un ruolo apicale. Il segretario generale dell’Onu, Antonio Guterres, ha invitato a trarre “dure lezioni” dalla pandemia di coronavirus. La prima, la più importante, “è che la carenza di investimenti nella salute può avere un impatto devastante sulle società e sulle economie”. Il virus “ha dimostrato che copertura sanitaria universale, forti sistemi sanitari pubblici

Leggi tutto »
Controcopertina

Walter Leoni / Symmaceo Communications