Il valore dei leader nascosti

La scienza delle folle suggerisce delle soluzioni per le tragedie che avvengono in locali e piazze. Una di queste è quella dei leader nascosti, mescolati tra la folla, e capaci di guidare “il gregge” in casi di emergenze.

Discoteche, locali notturni, ma anche piazze che ospitano grandi eventi. Luoghi di divertimento e socializzazione che si trasformano nel giro di pochissimi minuti in teatri di tragedie. L’ultima, in ordine strettamente cronologico, è avvenuta alla “Lanterna Rossa” a Corinaldo, nell’anconetano. È bastato solamente sentire un odore più forte per scatenare il panico, con calche e resse mortali.

ABBONATI A PRISMA

Il tragico bilancio finale parla di cinque minorenni e una giovane mamma morti. Schiacciati. Perché spesso non si muore per l’evento scatenante, ma per le sue conseguenze. Tra le cause di morte delle vittime di incidenti in grandi raggruppamenti di persone c’è la compressione della cassa toracica. L’esperienza ma, soprattutto, gli studi condotti in questi anni dimostrano paradossalmente che scappare è il pericolo numero uno. È però altrettanto comprensibile come non sia facile, in situazioni di imminente pericolo o in un momento in cui si percepisce una minaccia vicina, mantenere la freddezza per compiere quelle azioni che, probabilmente, potrebbero risultare decisive per la sopravvivenza. Propria e degli altri. In situazioni di confusione, i gruppi umani si comportano esattamente come le greggi: tendono a seguire le persone davanti a loro, in particolare quelli che sembrano sapere dove andare. Per questo, la modalità che porta grandi gruppi di persone a fuggire nella stessa direzione si chiama effetto gregge. Dinamiche che si ripetono anche in altre circostanze, come durante un attentato terroristico o una evacuazione. Tra le ragioni che hanno spinto i responsabili dell’ordine pubblico a non sospendere Inter Napoli di qualche settimana fa (quella dei cori razzisti verso Koulibaly) c’era anche la paura nel gestire l’effetto gregge in un clima già surriscaldato dall’evento calcistico. La scienza delle folle suggerisce delle soluzioni che, a nostro avviso, andrebbero tenute in una considerazione maggiore dell’attuale.

Una di queste è quella dei leader nascosti, mescolati tra la folla, e capaci di guidare “il gregge” in casi di emergenze. Prevedere la presenza di queste figure in contesti a rischio sarebbe un segno di grande maturità civile e di rispetto per la vita e il lavoro della scienza. Prisma sarà sempre attenta a questi temi, come dimostra la copia che avete in mano. Dove, però, non poteva mancare anche uno spazio dedicato ai “Campionati Internazionali di Giochi Matematici”. Si avvicinano quelli del 2019.

Questo numero contiene un inserto con i quesiti assegnati nelle semifinali del 2016, 2017, 2018. Il modo migliore per prepararci.

Buon divertimento e buona lettura.

Copertina Prisma Magazine 4

vincenzo mule' direttore di prismaVincenzo Mulè – Direttore responsabile

Condividi